L’ispirazione per il progetto di questo mese, mi è venuta mettendo in ordine la libreria nel mio studio. Ero accovacciata a terra che dividevo i vari libri e mi sono trovata tra le mani  “Stamp It!: DIY Printing with Handmade Stamps“, un libro bellissimo in cui si raccontano numerosi progetti di vario genere il cui denominatore comune sono la stampa handmade, di cui vi ho parlato qualche settimana fa in questo articolo.

Come già ho accennato più volte, da qualche anno seguo un corso di taglio e cucito e il progetto finale di quest’anno è la realizzazione di un camicione estivo che mi ha portato a passare metà delle feste di Natale appena trascorse, a cercare in vari negozi la stoffa più giusta per la creazione di questo capo. Ne ho guardate molte ma nessuna mi piaceva particolarmente, l’unica stoffa che mi ha colpito era un bellissimo cotone italiano, giallo uovo, leggero e molto fresco, ideale per le serate estive che, sebbene molto bello, non mi convinceva del tutto perché tinta unita mentre nella mia mente la camicia la vedevo realizzata con un tessuto texture o una fantasia con elementi naturali. È così che il libro mi ha ispirato. Mi sono detta “Visto che non riesco a trovare qualcosa che mi piace, perchè non crearlo da me!?”, quindi ho comprato il cotone giallo e ho deciso di realizzare la stampa.

I materiali che servono per realizzare la matrice da utilizzare per stampare la texture sono:

  • colori per tessuto
  • linoleum o gomma
  • cutter o sgorbie per l’intaglio
  • carta copiativa in grafite
  • un rullo o una spugna per stendere il colore
  • matita

Sono tutti materiali facilmente reperibili ad un prezzo abbastanza economico in qualsiasi negozio di bricolage, belle arti o dai vecchi rigattieri. Eventualmente anche online si possono trovare dei kit per incisione molto economici con dentro il necessario.

1
La prima cosa da fare è trovare il disegno giusto da realizzare. Quindi carta e matita alla mano, disegnare tutto ciò che viene in mente come foglie, fiori, animali, simboli astratti, tutto può essere realizzato. Fate delle prove che poi andrete mano a mano ad impreziosire con dei particolari. Confrontate i disegni uno accanto all’altro, ruotateli, appoggiateli al tessuto, insomma cercate di capire se una volta realizzati possano funzionare sulla stoffa. E quando siete convinti cominciate a creare la vostra matrice.

4

Per realizzarla serve un buon materiale da intaglio. Quelli più usati sono il linoleum e la gomma.
Il linoleum è un composto di olio di lino, polvere di sughero o di legno e pece, stesi su un traliccio di juta che dopo una lavorazione, presenta una superficie liscia, compatta e rigida, quindi per intagliarlo è necessario scaldarlo con una fiamma. Il linoleum è facile da reperire e lo si compra in lastre di varie grandezze. È ideale per stampe di dimensioni medie o grandi.
La gomma invece è un materiale morbido ma compatto, ha una superficie facile da disegnare ed è semplice da incidere. Se dovete realizzare piccoli timbri è perfetta, inoltre si può riciclarla utilizzando vecchie gomme da cancellare.

La verità è che è possibile realizzare timbri su molti altri tipi di materiali come il legno, il sughero, il feltro o anche ortaggi come le patate, insomma qualunque supporto che sia possibile incidere.

Visto che io non riuscivo a decidermi tra due disegni ho pensato di realizzarli entrambi, uno sulla gomma e l’altro sul linoleum. Così ho potuto testare con mano le differenze di lavorazione dei due materiali.
Per ricopiare un disegno sul linoleum è possibile farlo a mano libera con una penna, una matita o un pennarello oppure, utilizzare una carta copiativa. Io ho utilizzato quella in grafite che a differenza di quella carbone non sporca il supporto rilasciando polvere nera. Posizionate la carta copiativa sul linoleum, appoggiate sopra il disegno e con una penna, ritracciate i contorni. Una volta ricalcato, scaldate un po’ il materiale con una fiamma e con delle sgorbie (attrezzi per incisione) incidete il disegno.

5
Linoleum

Ricordatevi di decidere in precedenza quali sono i pieni e quali sono i vuoti della matrice, tutto ciò che volete risulti stampato dovrà essere in rilievo.

Per trasferire il disegno sulla gomma invece, non è possibile utilizzare una carta copiativa per tanto è necessario ricreare a mano libera ciò che volete stampare, oppure realizzare uno stencil, una mascherina sagomata che servirà da matrice per tracciare il decoro. Per scrivere sulla gomma usate una matita oppure un pennarello con inchiostro ad alcool (questo inchiostro si asciuga istantaneamente a contatto con l’aria). Evitate di utilizzare penne con inchiostro classico perché la gomma non lo assorbe e si toglie facilmente.
La gomma è molto morbida da incidere quindi non è necessario scaldarla e potete inciderla non solo con le sgorbie ma anche con dei taglierini o dei bisturi.

6

Fate attenzione a non farvi del male quando incidete, le sgorbie e i cutter sono molto affilati. Fate piano, non c’è fretta.
La vostra matrice ora è pronta. Per poterla maneggiare meglio, incollatela con un biadesivo o con un po’ di colla su un supporto rigido di qualsiasi tipo, io ho utilizzato un vecchio font di legno.

7

Prima di stampare il tessuto, è necessario metterlo a bagno in acqua fredda e sale per 24 ore. I tessuti naturali in genere al primo lavaggio tendono a “calare” di dimensione quindi è sempre bene metterli sempre in ammollo prima di utilizzarli, inoltre con questo lavaggio si elimina la colla utilizzata nella lavorazione dei tessuti che renderebbe difficile la penetrazione del colore nelle fibre della tela. Una volta asciugata e stirata, la nostra stoffa è pronta per essere stampata.

I colori ideali per dipingere o stampare i tessuti leggeri di cotone dalle tonalità chiare sono colori ad acqua che sono liquidi o medio densi quindi è indispensabile usare una spugna per trasferire il colore sulla matrice. Io ho utilizzato una vecchia spugna da fondotinta ben pulita, quella a forma di goccia ha la forma giusta.
Versate il colore in un piatto piano e prelevate un po’ di colore con la parte arrotondata della spugna, non raccoglietene troppo mi raccomando! Ora tamponate piano piano la spugna sopra il disegno della matrice. Pulite quello in eccesso.

8

Prima di stampare, stendete il tessuto su un piano orizzontale e usate dei giornali o dei fogli di cartone posizionati sotto per assorbire il colore in eccesso. Premete forte la matrice sul cotone. Ci vuole un po’ di pressione perché il tessuto assorba bene il colore. Ripetete questa operazione su tutta la superficie.

9

Una volta soddisfatti del risultato fate asciugare il colore per circa 24 ore. Una volta asciutto perfettamente fissate il colore.
Per farlo serve il calore quindi mettete la stoffa a rovescio sopra ad piano rigido orizzontale e con il ferro da stiro ben caldo (ricordate di escludete il vapore) passate per bene tutta la superficie. Il colore grazie al calore del ferro si fisserà perfettamente al tessuto.
Il primo lavaggio della stoffa deve essere effettuata a mano con detersivi neutri ed acqua tiepida, successivamente si può utilizzare la lavatrice con cicli di lavaggio a basse temperature.
Con questo metodo che vi ho descritto potete decorare le stoffe come volete e costruendo matrici diverse potete usare colori diversi e lavorare a layer. 10

Divertitevi e realizzate il vostro pattern.

.. Polga.Dot ..

SalvaSalva

Posted by:polgadot

2 risposte a "Print Handmade"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...